Femminista 公開
[search 0]
もっと
Download the App!
show episodes
 
Artwork

1
Palinsesto Femminista

Irene Facheris

Unsubscribe
Unsubscribe
月ごとの
 
Palinsesto Femminista è una serie di live su instagram (@cimdrp) dove Irene Facheris parlerà con donne, uomini e persone non binarie di femminismo e di come ci si possa avvicinare a questo tema.
  continue reading
 
È in corso una rivoluzione culturale: è il femminismo del nuovo millennio, attraversato da uno spirito intersezionale in cui le istanze per la parità di genere si incrociano con quelle del decolonialismo, dell’anticapitalismo, della lotta all’abilismo e con quelle dell’ecologismo e dell’antispecismo. Troppi “-ismi”? Niente paura! Con l’aiuto di attiviste e studiose vi raccontiamo come si può cambiare il mondo, giorno dopo giorno. Anzi, tutte le mattine a partire dal 6 giugno. “Femminista si ...
  continue reading
 
Loading …
show series
 
A un certo punto diventa anche inutile continuare a girarci intorno: dentro la “bolla” abbiamo (almeno) un problema e riguarda come gestiamo gli errori commessi da altrə attivistə. Perché se persino qui dentro, dove dovrebbe esserci comprensione, ascolto e rispetto della collettività, viviamo con il terrore di commettere uno sbaglio non per come re…
  continue reading
 
In queste ultime settimane abbiamo assistito a così tante conversazioni sul tema da non avere più dubbi: la grassofobia è l’ultima ruota del carro delle discriminazioni, quella minimizzata, negata, ridicolizzata ANCHE ALL’INTERNO DEL FEMMINISMO. Vale la pena allora spendere qualche parola a riguardo. Lo facciamo con Biancamaria Furci.…
  continue reading
 
Ha senso rispondere al maschilismo? Se sì, in che modo? Se si usano le stesse armi, si ha lo stesso potere? Esiste il sessismo al contrario? (⬅️No, non esiste). A partire dalla questione “small dick energy” (Andrew Tate vs Greta Thunberg) proveremo a rispondere a queste domande con Lorenzo Gasparrini.…
  continue reading
 
Il femminismo della terza ondata è stato caratterizzato soprattutto dalla musica, in particolare dal movimento delle Riot Grrrl. Ma com'è nato? Che istanze portava avanti? E soprattutto, esiste ancora? Ce ne parla la giornalista musicale Valeria Sgarella. (Per ascoltare la loro musica, cerca su Spotify la playlist "Palinsesto Riot Grrrl"!)…
  continue reading
 
Cosa vuol dire definirsi strega nel 2022? Chi erano le streghe un tempo e chi sono ora? Soprattutto, può una pratica nata dai margini diventare un safe space per le persone marginalizzate? La risposta breve è SÌ, quella un po’ più lunga ve la racconta Sofia Righetti.
  continue reading
 
Che il razzismo venga interiorizzato da chi non lo subisce è abbastanza evidente, dato che le discriminazioni arrivano proprio da qui. Ma la nostra società è così permeata da questa discriminazione da venire interiorizzata anche dalle persone razzializzate. Questo cosa comporta? E cosa accade quando si diventa consapevoli di aver fatto proprio qual…
  continue reading
 
Perché lo yoga non è solo leggins e borracce e tappetini fichissimi. È una pratica che merita rispetto e conoscenza, che abbraccia tutti i corpi ed è estremamente femminista. Ce lo racconta Giulia Musini, dottoressa in psicologia e insegnante di yoga.
  continue reading
 
Parliamo - giustamente! - spessissimo delle pressioni che vengono fatte affinché il corpo femminile sia in un certo modo. Ma come diciamo spesso, il patriarcato è subdolo e anche chi pensa di trarne solo vantaggi, in realtà paga un prezzo molto alto. Con Riccardo Onorato dedichiamo una puntata al corpo maschile, tra aspettative, vergogna e bisogno …
  continue reading
 
In attesa delle elezioni del 25 settembre, con la deputata Giuditta Pini parliamo di politica femminista e di come non basti mettere una donna come leader di un partito per assicurarsi delle scelte a tutela delle donne e delle minoranze.
  continue reading
 
Si conclude la quarta e ultima settimana di allenamento femminista. Negli episodi precedenti abbiamo visto come il capitalismo sfrutta i nostri corpi e le nostre vite e come alcune scelte politiche ed economiche siano all'origine stessa del divario di genere. Un gap che è possibile colmare solo redistribuendo nella collettività il carico della cura…
  continue reading
 
Durante la pandemia moltissime donne hanno perso il lavoro, perché sono state fondamentalmente costrette a rimediare a un welfare incompleto e familista. Ma già da ben prima dell'emergenza sanitaria, il lavoro è diventato più precario per tuttə, declinadosi su quelle modalità che le donne hanno storicamente conosciuto, tra lavori part-time, a inter…
  continue reading
 
"Non possiamo pensare al femminismo senza pensare al lavoro", scrive Marcia Tiburi nel suo "Manifesto per un femminismo in comune". E quando si pensa al lavoro viene da chiedersi: quando ha avuto origine il divario di genere? La divisione dei ruoli tra uomini-lavoratori e donne-casalinghe non esiste da sempre e non è affatto naturale. Anzi è abbast…
  continue reading
 
Se è vero che ormai viviamo nell'era del biotutto, in cui tutta la materia vivente, che sia il corpo di un animale non umano o una singola cellula umana, è trasformata in merce e risorsa da sfruttare, diventa sempre più difficile immaginare di erodere i meccanismi di produzione del capitale. Può forse venirci in soccorso la filosofa femminista Donn…
  continue reading
 
Era il 1951 quando all’Ospedale John Hopkins di Baltimora viene ricoverata la donna che cambierà per sempre la medicina moderna. Oggi vi raccontiamo la storia di Henrietta Lacks e delle sue cellule "rubate" che hanno salvato milioni di vite. Vi raccontiamo la sua vicenda perché parla dello sfruttamento del corpo di una donna nera. Perché è una stor…
  continue reading
 
Si conclude la terza settimana di morning routine per cambiare il mondo. Nei giorni scorsi abbiamo affrontato diverse sfide: abbiamo messo in discussione il concetto di bianchezza come standard, abbiamo provato a fare i conti con il nostro passato coloniale e a uscire dalla nostra confortevole bolla eurocentrica. Ragionando sull'intreccio tra sessi…
  continue reading
 
Arriva un momento per un podcast sul femminismo intersezionale in cui bisogna raccontare una storia in particolare: una storia americana che risale al 1989 e che viene dalle aule di giustizia, che è indissolubilmente legata al nome di una donna, giurista e attivista, e che ha cambiato il modo di guardare alle discriminazioni, mettendone in luce l'i…
  continue reading
 
Abya Yala è un termine di origine Guna che indica la regione che noi chiamiamo America Latina. Usare la parola indigena significa sfidare la denominazione imposta con l'invasione e l'occupazione di quelle terre da parte degli europei e il genocidio dei popoli nativi. Significa sovvertire il modo stesso di pensare alla geografia, ai rapporti storici…
  continue reading
 
“Io chi sono?” si chiede Evelyne Sarah Afaawua. Le risposte sono tante: donna, figlia, studentessa, commessa, una ragazza ghanese, una ragazza brianzola. Ogni risposta però le sembrava incompleta e contraddittoria. Da qui è cominciata la ricerca di se stessa, un viaggio al termine del quale è riuscita a riconoscere e accettare tutte le parti che la…
  continue reading
 
Si conclude la seconda settimana di allenamento verso il femminismo intersezionale: abbiamo visto come dietro la nostra idea di salute si celi una gerarchia di valori che discrimina le persone che hanno corpi o menti considerati non sani, non normali, non conformi. Abbiamo parlato del femminismo che abbraccia la lotta contro l'abilismo e la grassof…
  continue reading
 
Il corpo ha sempre avuto un ruolo molto importante nella storia del femminismo. A partire dal corpo, dai corpi, si sono costruite critiche contro la misoginia, contro la discriminazione razziale, contro lo sfruttamento, e anche a favore della liberazione sessuale. La grassezza però è uno stigma così radicato nella cultura occidentale che solo di re…
  continue reading
 
Raccontare e rappresentare la disabilità sembra un'impresa difficile, soprattutto per i media nostrani. Sebbene a volte non manchino le buone intenzioni, la prospettiva abilista fa sì che si interpreti la disabilità come una condizione negativa a prescindere. Oggi proviamo a stanare l'abilismo da film e serie tv con Marina Cuollo, scrittrice e cont…
  continue reading
 
Cosa vuol dire essere persone sane? Di solito la salute si definisce per sottrazione: la salute è assenza di malattia, assenza di impedimenti fisici o mentali. Dietro questo dualismo tra salute e malattia, tra abilità e disabilità, si cela però l'idea che esistano dei corpi normali e dei corpi che invece sono rotti, malfunzionanti, in qualche modo …
  continue reading
 
Circa una donna su sette soffre di malattie croniche come la vulvodinia o l’endometriosi. Alcune di queste patologie sono state individuate già nella seconda metà dell’800 poi sono sparite dai testi di medicina. Negli ultimi anni però qualcosa si è mosso. Le continue battaglie di associazioni e pazienti hanno portato a un Progetto di Legge per far …
  continue reading
 
Si conclude la prima settimana di allenamento verso il femminismo intersezionale. Abbiamo esplorato l'intreccio tra la lotta per l'ambiente, quella contro lo sfruttamento delle donne e la lotta per la liberazione animale. Abbiamo parlato di ecofemminismo e femminismo antispecista. Ma cosa vuol dire essere ecofemminista o femminista antispecista? Lo…
  continue reading
 
"L'animale è una parola che gli uomini si sono arrogati il diritto di dare. Si sono dati la parola per raggruppare un gran numero di viventi sotto un solo concetto: l'Animale, dicono loro." Oggi partiamo da una riflessione di Jacques Derrida per ragionare ancora sui confini che l'uomo ha tracciato per separare ed elevare se stesso dalle altre speci…
  continue reading
 
Parliamo di street art femminista, in che modo possa combattere il classismo dell'arte ma anche a quali pericoli vada incontro. Lo facciamo con Kororia, un'artista ligure che ha recentemente invaso di colori il sottopasso della stazione di Genova Brignole con un murales intitolato "Corpi ribelli"
  continue reading
 
Secondo i dati delle Nazioni Unite sono le donne quelle che sperimentano i peggiori impatti del cambiamento climatico a livello globale. Anche per questo motivo, questa crisi richiede una soluzione femminista. Potremmo dire ecofemminista. La consapevolezza delle connessioni tra il degrado ambientale e l'oppressione sessista, ma anche antropocentric…
  continue reading
 
Lotta femminista e lotta antispecista si intersecano nel momento in cui diventa chiaro che esiste un collegamento tra lo sfruttamento del corpo delle donne e lo sfruttamento dei corpi animali. Ma abbiamo iniziato a sfruttare prima gli animali o prima le donne? E qual è la relazione tra gli stereotipi e la violenza che, in varie forme, ne deriva? Ne…
  continue reading
 
Conoscono il comportamento degli animali, hanno imparato le tecniche di pattugliamento e di mimetizzazione, sono pronte ad arrestare, perquisire, sparare, se necessario. Nella lingua shona “Akashinga” significa “coraggiose”, e in effetti le donne che stiamo per conoscere di coraggio ne hanno da vendere. Vi raccontiamo questa storia perché parla di …
  continue reading
 
“In una bozza di un’opinione della Corte Suprema degli Stati Uniti, la norma che protegge il diritto all’aborto viene dichiarata “non consuetudinaria” e incoerente con la precedente giurisprudenza che criminalizza l’aborto. […] Se la bozza fosse pubblicata, sarebbe la fine del diritto all’aborto per milioni di persone negli Stati Uniti.” Questo ci …
  continue reading
 
È in corso una rivoluzione culturale: è il femminismo del nuovo millennio, attraversato da uno spirito intersezionale in cui le istanze per la parità di genere si incrociano con quelle del decolonialismo, dell’anticapitalismo, della lotta all’abilismo e con quelle dell’ecologismo e dell’antispecismo. Troppi “-ismi”? Niente paura! Con l’aiuto di att…
  continue reading
 
Spesso quando si parla di Sante si tende a raccontare queste figure come donne angeliche e devote… ma siamo sicurə che fossero davvero così? Ildegarda, Caterina da Siena, Santa Cecilia, Santa Lucia… tutte queste donne per alcuni versi possono essere considerate delle vere femministe ante litteram! Ce ne parla Clara Stella, ricercatrice di letteratu…
  continue reading
 
Se in Italia si sta cominciando a parlare di endometriosi e vulvodinia, è merito di chi ha deciso di non accettare più il silenzio assordante attorno a questi temi. Come spesso accade, infatti, se un problema riguarda le donne (in questo caso cis, ma non è che invece quelle trans siano considerate...) e le persone AFAB, possiamo anche metterlo da p…
  continue reading
 
Ci si potrebbe chiedere cosa c'entri la salute delle persone giovani con il femminismo. Oppure ci si potrebbe rendere conto che lasciare un mondo migliore di come lo si è trovato è un dovere e che non ci riuscirà se non guarderemo con attenzione come stiamo trattando le nuove generazioni. C'è qualcosa di più femminista della cura del prossimo?…
  continue reading
 
È giusto e utile far parlare di una discriminazione chi la vive in prima persona, ma cosa succede quando non ti fanno più parlare d'altro?"Sei donna? Allora parlaci dei problemi delle donne""Sei gay? Allora parlaci della comunità LGBTQ+""Sei sieropositivo? Allora parlaci dello stigma dell'HIV"Tutto benissimo, ma se volessimo parlare anche di altro?…
  continue reading
 
A quanto pare, se fai attivismo online, devi essere sempre sul pezzo, devi sempre avere qualcosa da dire, devi fare un video per qualunque argomento, devi esprimerti sempre e comunque, devi prendere una posizione su qualunque vicenda, devi essere onnipresente e SOPRATTUTTO non devi sbagliare mai. Con Maura e Andrea di Tlon parliamo di quanto ci sia…
  continue reading
 
Loading …

クイックリファレンスガイド